Il Portale di riferimento del Forex!

 

 

Ora Corrente: 19.34

Oggi è: 2017-11-23

Ultimo Agg.: 2017-11-22

Lang English 日本語 العربية Español français

Italiano

24option.com - Forex, Trading, Operazioni Binarie

Forex It - Guida al Forex in Italiano - Benvenuti al Trading Fx

Glossario: A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Scuola di Forex - Guida al Trading Tecnico

Guida al Trading Tecnico

1.   Rappresenta graficamente le tendenze e i mercati a range contenuto
2.  
Segui il trend
3.  
Localizza i livelli di supporto e resistenza
4.  
Ritracciamenti
5.  
Trendlines (Linee di tendenza)
6.  
Medie mobili
7.   Oscillatori
8.  
Capisci i segnali di allarme
9.  
Mercato in tendenza o in un range contenuto
10.
Studia

________________________________________________________

1. RAPPRESENTA GRAFICAMENTE LE TENDENZE E I MERCATI A RANGE CONTENUTO

Usa grafici a lungo termine per determinare trends o mercati con un range contenuto. Inizia se possibile una analisi grafica con grafici giornalieri, settimanali e anche mensili che coprono diversi anni. Un grafico a larga scala mostra essenzialmente la vita di un mercato e fornisce una migliore e chiara prospettiva a lungo termine sul mercato stesso. Una volta che hai stabilito un grafico a lungo termine, consulta anche i grafici giornalieri e infragiornalieri. Una visione solamente del mercato a breve termine può essere spesso ingannevole. Anche se fai trading sul breve periodo, farai meglio se fai trading nella stessa direzione del trend intermedio e di quello di lungo termine. Se non c’è un trend ben definito allora una strategia differente è necessaria, possibilmente giocando sul range fino a cui il mercato non inizia ad avere una tendenza ben definita.

Come si può vedere nel grafico a candele a 1 ora sull’EUR/USD c’è stato un trend rialzista con tre massimi e minimi. Una posizione di entrata long sarebbe a 1.2700, 1.2760 e 1.2800.

 

I risultati passati non sono necessariamente indicativi di futuri risultati e gli esempi non sono la rappresentazione di tutti i conti dei clienti

Indice

________________________________________________________

2. SEGUI IL TREND

Quando hai determinato un trend, seguilo. I trend di mercato possono essere di lungo termine, di medio termine e di breve termine. La prima cosa che devi determinare è che tipo di trader sei, un trader di lungo termine o un daytrader; questa decisione determina quali grafici dovresti usare. Per esempio se sei un day trader, usa i grafici giornalieri e infragiornalieri, ma usa anche sempre un grafico di range maggiore per determinare il trend. Assicurati di operare nella direzione di quel trend e quindi compra sui cali se il trend è rialzista e vendi sui rialzi se il trend è ribassista.

Indice

________________________________________________________

 3. Localizza i livelli di supporto e resistenza

Localizza i livelli di supporto e resistenza. Come sopra quando desideri comprare uno strumento, è meglio comprare vicino ai livelli di supporto. Il supporto è solitamente un livello di prezzo in cui ci si aspetta ci siano dei compratori. Nello stesso modo, il migliore posto per vendere uno strumento è vicino ai suoi livelli di resistenza. Un livello di resistenza è di solito un picco precedente. Dopo che il picco di resistenza è stato rotto, solitamente fornirà un supporto ai pullbacks  futuri. In altre parole il vecchio massimo diventa il nuovo minimo. La stessa cosa succede in maniera opposta quando un livello di supporto viene rotto.

Indice

________________________________________________________

4. Ritracciamenti

Misura i ritracciamenti in termini percentuali. Le correzioni rialziste o ribassiste del mercato spesso ritracciano una porzione significante di una tendenza precedenza. Si può misurare la correzione di un trend esistente con una semplice percentuale. Il ritracciamento del 50% di una tendenza precedente è il più comune. Un ritracciamento minimo è di solito 1/3 del trend precedente. Il ritracciamento massimo è di solito 2/3

Vale la pena considerare anche i  ritracciamenti del 38 e del 61.8% di Fibonacci.  Perciò punti di acquisto popolari in una tendenza rialzista sono solitamente fra il 33-38% del ritracciamento del trend originale.

Come si può vedere dal grafico qui sotto, quando si prendono come minimo 1.2750 e come massimo 1.2890 nel grafico ad un’ora sull’EUR/USD possiamo vedere disegnati i livelli di Fibonacci. Il primo ritracciamento corrisponde alla linea del 38% mentre il ritracciamento maggiore corrisponde alla linea del 61.8%.

 

I risultati passati non sono necessariamente indicativi di futuri risultati e gli esempi non sono la rappresentazione di tutti i conti dei clienti


  
5. Trend Lines

Uno dei più semplici ed efficaci strumenti grafici sono le trendlines – usale. Disegna una linea dritta che unisce due punti sul grafico. Le trendlines rialziste sono disegnate lungo due minimi successivi e le trendline ribassiste sono disegnate sui due massimi successivi. La rottura delle trendlines spesso segnala un cambiamento del trend. Più una trendline è stata lunga e più volte è stata testata più diventa significativa; una trendline diventa valida se è stata toccata almeno tre volte.

Indice

________________________________________________________

6. MEDIE MOBILI

Le medie mobili forniscono spesso segnali di acquisto o di vendita, per questo dovrebbero essere guardate. Esse ti mostrano se un trend esistente è ancora valido e aiutano a confermare un cambiamento di trend. Non credere che le medie mobili ti dicano se c’è un cambiamento di trend imminente; usale come backup delle tue analisi grafiche di identificazione di un trend. Un grafico con due medie mobili combinate è il modo più comune per trovare segnali operativi. I segnali sono dati quando la linea della media mobile più breve incrocia quella più lunga. Incroci di prezzo sopra e sotto la media mobile a 40 e a 200 giorni forniscono anche buoni segnali operativi. Siccome le linee delle medie mobili sono indicatori trend-followers, esse lavorano meglio in un mercato con una tendenza ben definita.

Come si può vedere nel grafico a 1 ora sull’EUR/USD qui sotto le medie mobili a 5 e 25 giorni proiettano e confermano la tendenza attuale. La media mobile a 5 incrocia la media mobile più lenta a 25 giorni a 1.2715 confermando il trend rialzista con un punto di uscita a 1.2770. Lo stesso prezzo 1.2770 è un’altra indicazione della ripresa del trend rialzista con un punto di uscita a 1.2850.

 

I risultati passati non sono necessariamente indicativi di futuri risultati e gli esempi non sono la rappresentazione di tutti i conti dei clienti

Indice

________________________________________________________

7. OscillatorI

Gli oscillatori aiutano a identificare i mercati in ipercomprato e ipervenduto. Mentre le medie mobili offrono conferma di un mercato in tendenza, gli oscillatori possono spesso avvisarvi in anticipo che un mercato ha corso o è caduto troppo e presto ritraccierà. Due dei più comuni  oscillatori sono il Relative Strength Index o RSI e lo Stocastico. Entrambi questi oscillatori lavorano su di una scala che va da 0 a 100. Con l’RSI letture sopra il 70 sono ipercomprato mentre letture sotto il 30 sono ipervenduto. I valori di ipercomprato e ipervenduto per lo stocastico sono 80 e 20. Le divergenze nell’oscillatore spesso avvisano di possibili cambiamenti del mercato ed al contrario delle medie mobili funzionano meglio in un mercato a range contenuto. Segnali settimanali possono essere utilizzati come filtri sui segnali giornalieri. I segnali giornalieri possono essere utilizzati come filtri per i grafici infragiornalieri.

Come può essere visto nel grafico ad 1 ora sull’EUR/USD qui sotto, lo stocastico attraversa le barriere 80-20 e le supera durante la correzione del prezzo. Questo succede molte volte.


I risultati passati non sono necessariamente indicativi di futuri risultati e gli esempi non sono la rappresentazione di tutti i conti dei clienti

Indice

________________________________________________________

8. CAPISCI I SEGNALI DI ALLARME

L’indicatore Moving Average Convergence Divergence (MACD) combina un sistema di attraversamenti di media mobile con gli elementi di ipercomprato e ipervenduto di un oscillatore. Un segnale di acquisto si verifica quando la linea più veloce supera quella più lenta ed entrambe le line sono sotto lo zero. Un segnale di vendita si verifica quando la linea più veloce scende al di sotto di quella più lenta da sopra la linea dello zero. I segnali di lungo periodo hanno la precedenza su quelli di breve termine. L’istogramma MACD rappresenta la differenza fra le due linee e dà precoci segnali di allarme del cambiamento del trend. È chiamato istogramma perché per mostrare la differenza fra le due linee nel grafico vengono usate barre verticali.   

Come può essere visto nel grafico a 1 ora sull’EUR/USD, l’indicatore MACD incrocia un altro sotto la linea zero per mostrare un segnale di acquisto e viceversa per un segnale di vendita. Questo si verifica principalmente a 1.2760 per comprare e 1.2870 per vendere. 

I risultati passati non sono necessariamente indicativi di futuri risultati e gli esempi non sono la rappresentazione di tutti i conti dei clienti

Indice

________________________________________________________

9. MERCATO IN TENDENZA O IN UN RANGE CONTENUTO

L’ Average Directional Movement Index(ADX) aiuta a determinare se un mercato si trova in una fase di range contenuto oppure in un trend ben definito. Esso misura il grado del trend o della direzione del mercato. Una linea ADX in salita suggerisce la presenza di un forte trend. Una linea ADX in discesa suggerisce la presenza di un mercato senza una tendenza ben definita. Una linea ADX crescente favorisce le medie mobili; una linea ADX decrescente gli oscillatori. Disegnando la direzione della linea ADX, il trader può determinare quale stile di trading e quali indicatori è più utile utilizzare nella situazione di mercato corrente.

Indice

________________________________________________________

10. StudIA

L’analisi tecnica è una abilità che migliora con l’esperienza e con lo studio. Più impari e fai pratica più migliorerai, continua a studiare, affina i tuoi metodi, impara a capire cosa funziona per te e cosa no e soprattutto rimani “tecnico” e non emotivo!

Indice

________________________________________________________

24option.com - Forex, Trading, Operazioni Binarie

________________________________________________________

Torna Sopra

 

 
Include disinstallatore
Pagina Toolbar Forexit.eu

Requisiti del sistema

Microsoft Windows 2000/XP/Vista/IE

Toolbar x IE
Altre versioni: Firefox 1.0.1+

Senza virus, troyan, spyware

 

24option.com - Forex, Trading, Operazioni Binarie

 

 

Copyright@ 2007 - Forex It - Tutti i diritti riservati

 
 

Divulgazione del rischio: Il Trading foreign exchange comporta un alto livello di rischio, e può non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di decidere di investire in valuta estera si dovrebbero considerare con attenzione i vostri obiettivi di investimento, il livello di esperienza, e il rischio di diventare venali. Esiste la possibilità che si possa avverare una perdita di alcuni o di tutti gli investimenti iniziali, e quindi non si deve investire denaro che non ci si può permettere di perdere. Si deve essere consapevoli di tutti i rischi associati allo scambio commerciale con l'estero, e chiedere il parere di un consulente finanziario indipendente, se avete dei dubbi.

 

888 Casino on net Casino Online